Daniele Petrella

Daniele Petrella, classe ’78, inizia la pratica delle arti marziali negli anni ’80, in particolare: ninjutsu, jujutsu, wushu e wing chun. L’incontro con l’Aikidō avverrà nel 1991, iniziando la pratica con Luigi Branno Sensei. Dal 1997 al 2007, seguirà la scuola di Christian Tissier Shihan, praticando con lui, Philippe Gouttard Shihan, Pascal Guillmenn Sensei. Laureato (2003) e addottorato (2009) in Archeologia e Storia dell’Estremo Oriente con indirizzo “Giappone” presso L’università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, parla giapponese e dirige la Spedizione Archeologica Italiana in Giappone per il Ministero degli Affari Esteri. Dal 2000 ad oggi, si reca tutti gli anni, anche più volte all’anno, in Giappone sia per le sue ricerche che per l’Aikidō.

Sempre in seno alla scuola di Tissier Shihan, approfondisce anche lo studio del Kenjutsu del metodo Kashima.

Fin dal suo primo viaggio, ha praticato Aikidō presso lo Honbu Dōjo (quartier generale della disciplina) specialmente con il Dōshu Ueshiba Moriteru (nipote del fondatore); fu lì che nel 2000 incontrò Endō Seishirō Shihan, seguendo le sue lezioni. Dal 2007, ha l’opportunità di seguire la scuola di Endō Shihan in Europa, grazie all’incontro con alcuni dei suoi principali Deshi, come Luis Mòchon Sensei e Matti Joensuu Sensei. Dal 2013, ogni qual volta si reca in Giappone, pratica Aikidō al Saku Dōjo di Endō Shihan, sotto la guida di Ariga Kaname Sensei. Insegna Aikidō dal 2003 e, ad oggi, dirige due corsi a Napoli, città in cui vive, il primo al Vomero presso Movimento Danza ed il secondo presso il Koan Dōjo al Centro Storico.

PUBBLICAZIONI E LAVORI EDITORIALI nell’ambito delle arti marziali :

 

- “Le arti marziali in Campania” in “Il Giappone a Napoli e in Campania” a cura del Dott. Giovanni Borriello, poi ripubblicata e corretta in “Il Giappone, Napoli e la Campania”.

- “L’introduzione dell’aikidō in Italia” nell’opera “Italia-Giappone: 450 anni” a cura del Prof. Adolfo Tamburello.

- Nell’aprile 2006, pubblica, insieme al Dott. Giovanni Borriello, il “Dizionario per Immagini – Visual” Italiano-Giapponese, edito dalla A. Vallardi.

- “Dal Giappone all’Italia attraverso l’opera di grandi uomini…e di una piccola donna” nell’opera “Vibrazioni nella forza – Storia critica delle discipline orientali” a cura del Dott. Sergio Raimondo.

------------------------------------------------------------------------------

 

Daniele Petrella (1978) began the practice of martial arts in the 80s, in particular: ninjutsu, jujutsu, wushu and wing chun. The meeting with aikidō will take place in 1991, when the study of the discipline will begin under Luigi Branno Sensei. From 1997 to 2007 follow the school of  Christan Tissier Shihan, and study with him, Philippe Gouttard, Pascal Guilmenn. Graduated (2003) and doctorated (2009) in Archeology and History of the Far East with Japan address. From 2000 to today, he goes every year to Japan, even more than once a year, for his research and for Aikidō.

In the school of Tissier Shihan, he also deepens the study of Kenjutsu of the Kashima method.

Since the first trip, he has practiced Aikidō at Honbu Dōjo and especially with Dōshu Ueshiba Moriteru (Grandson of Founder) and it was there that he met Endō Seishirō Shihan in 2000.

Since 2007, he finally has the opportunity to follow Endō Shihan's school in Europe, through the meeting with some of his main Deshi, such as Luis Mòchon Sensei and Joensu Matti Sensei. Since 2013, every time he goes to Japan, he goes to practice Aikidō at the Saku Dōjo of Endō Shihan, under the guidance of Ariga Kaname Sensei.

He teaches aikidō since 2003. Today he has two courses in Naples, the city where he lives, the first in the upper part of the city, the Vomero, and the second at the Koan Dōjo in the Historical Center.

 
Iscriviti alla
Newsletter
  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
  • Nero Twitter Icon
  • Black Icon YouTube

© 2018 by Irene Ciulla